Coopstartup: esce l’e-book che ne racconta la storia, le idee e i protagonisti

Coopstartup in Abbracciare il nuovo mondo

Abbracciare il nuovo mondo: le startup cooperative” è il titolo dell’e-book che racconta la storia, le idee e i protagonisti di Coopstartup e che da giovedì scorso è acquistabile su tutte le principali piattaforme online. Una storia che ha inizio nel 2013 e che oggi vanta la nascita di più di 20 startup cooperative, la presentazione di diverse centinaia di idee progettuali in risposta ai bandi promossi dal progetto, con più di 2.000 persone coinvolte. Una storia incontrata per caso e a cui devo la conoscenza di cooperatori, professionisti ed esperti di valore oltre che di giovani startupper dall’entusiasmo contagioso.

Coopstartup: nascita di un’idea tra passione e storia

“Abbracciare il nuovo mondo” è una sfida a cui il mondo della cooperazione non può sottrarsi.

L’alta disoccupazione giovanile che da diversi anni attanaglia il nostro Paese interroga i dirigenti delle grandi realtà cooperative in modo a volte drammatico, con centinaia di richieste di lavoro.

Allo stesso tempo, i funzionari più lungimiranti dell’organizzazione – il progetto è promosso da Coopfond in collaborazione con Legacoop – capiscono che le imprese tradizionali hanno tutto da guadagnare dalla “contaminazione” con i giovani e con i soggetti portatori di nuove idee e nuovi saperi.

Nasce così Coopstartup, che nella sua fase di progettazione vede i cooperatori confrontarsi con studiosi di statistica, esperti di innovazione sociale, economisti, sociologi, consulenti aziendali, fondatori di coworking e di incubatori.

Ma affinché il progetto si attui occorre “sporcarsi le mani”. I territori  diventano il teatro dell’azione: nascono le sperimentazioni di Coopstartup Ferrara, Lazio, Puglia, Marche, Liguria, Unicoop Tirreno e Calabria, mentre Coopstartup Farmability rappresenta il tentativo di dare vita a imprese ad alto contenuto innovativo in un particolare settore, quello agroalimentare.

Coopstartup: può una startup essere cooperativa?

Ma può una startup essere cooperativa? E’ la sfida a cui Coopstartup ha provato a rispondere e il cui esito – come emerge dal racconto della nascita delle nuove imprese – appare, pur tra molte difficoltà, largamente positivo.

Un esito niente affatto scontato. Perché se è vero che le cooperative sono imprese a tutti gli effetti, è altrettanto vero che la natura mutualistica e non speculativa che le caratterizza configura un modello lontano da quello con cui siamo soliti identificare le startup innovative.

Attenzione alla tutela dell’ambiente, alla valorizzazione del territorio e della biodiversità, alla condivisione di spazi e servizi, al bisogno di socializzazione e di cultura sono la fonte di ispirazione dei progetti trasformatisi in imprese, mentre la tecnologia è vista più come un mezzo potente di sviluppo che come fine a sé stante.

Coopstartup: i protagonisti chi sono

Ai protagonisti – i promotori e i partner delle sperimentazioni, i nuovi imprenditori – è dedicata la terza parte dell’e-book.

Le loro voci, necessariamente sintetizzate, sono la testimonianza che la narrazione di “Abbracciare il nuovo mondo” è una narrazione corale, così come corale è stato ed è il processo di promozione e di realizzazione delle startup cooperative.

 

 

 

Annamaria Vicini
Annamaria Vicini
Giornalista pubblicista ho collaborato con quotidiani nazionali (L'Unità, Corriere della Sera, Il Giorno) e, dopo essermi trasferita da Milano in Brianza, con testate a carattere locale. Fulminata sulla via del web, sono passata nel 2001 a dirigere un sito Internet e una tivù a circuito chiuso nell'ambito della Grande Distribuzione. Ho realizzato house organ aziendali e mi sono occupata di Ufficio Stampa e Pubbliche Relazioni. Attualmente lavoro come free-lance e sono Digital Champion di Merate (Lc).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *