JADE Italia: gli studenti-imprenditori chiedono di essere riconosciuti

Jade Italia

JADE Italia ha presentato una bozza di proposta di legge

Una norma che dia un riconoscimento ufficiale alla figura dello studente-imprenditore: è la richiesta delle Junior Enterprises associate nella confederazione nazionale JADE Italia, avanzata al termine della giornata di apertura del JADE May Meeting 2016 venerdì 6 maggio presso l’Università Bocconi.

Nel corso della tavola rotonda a cui hanno partecipato il rettore Andrea Sironi, il presidente del Gruppo Giovani di Assolombarda Emiliano Novelli, il responsabile della segreteria tecnica del Miur Oscar Pasquali, il consigliere del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali  Donato Montibello e Giulio Veggi in rappresentanza di JADE Italia si è parlato anche di alternanza scuola-lavoro dal momento che le Junior Enterprises si propongono come realtà all’interno delle quali realizzare degli stage formativi.

La lontananza tra istituzioni formative e mondo del lavoro è da anni vista come una delle cause principali della difficoltà per i giovani nel trovare un’occupazione. Spesso le aziende non riescono a reperire sul mercato persone adeguatamente formate per ricoprire i ruoli di cui hanno bisogno; la rivoluzione tecnologica, che sottopone le mansioni lavorative a cambiamenti continui e rapidi, ha reso ancora più urgente il superamento di questo gap.

Le Junior Enterprises si candidano a essere tra le associazioni che possono dare un grosso contributo a colmare questa distanza, ma chiedono una normativa che dia loro un’investitura ufficiale facilitando l’accesso ai bandi pubblici e prevedendo agevolazioni fiscali per i propri clienti.

Una Commissione tecnica nazionale ha provveduto a redigere una bozza di proposta di legge attualmente allo studio della Commissione Attività produttive della Camera e sostenuta dalla deputata Cristina Bargero.

JEME Bocconi premiata come miglior JE italiana

Durante il JIMM 2016, che nella giornata d’inaugurazione ha visto la presenza di personalità conosciute come il presidente dell’INPS Tito Boeri, il co-fondatore di Talent Garden Davide Dattoli e l’amministratore delegato di Widiba Andrea Cardamone, si sono svolte anche le premiazioni per l’edizione italiana degli Excellence Awards.

JEME Bocconi ha vinto la nomina come miglior Junior Enterprise italiana, confermando il successo ottenuto agli Excellence Awards europei di marzo dove si era qualificata seconda miglior JE dell’anno.

Nel pomeriggio di sabato, sempre nell’ambito del JADE Italia May Meeting 2016, gli studenti hanno dato vita a una sessione di teambuilding che li ha visti all’opera nella riverniciatura delle aule dell’istituto Frisi di Milano e nella preparazione di una merenda devoluta in parte in beneficenza all’Opera Pane di Sant’Antonio.

Un modo per dimostrare che ai giovani entrepreneurs stanno a cuore anche altri valori oltre i progetti di consulenza e la propria formazione professionale.

 

 

Annamaria Vicini
Annamaria Vicini
Giornalista pubblicista ho collaborato con quotidiani nazionali (L'Unità, Corriere della Sera, Il Giorno) e, dopo essermi trasferita da Milano in Brianza, con testate a carattere locale. Fulminata sulla via del web, sono passata nel 2001 a dirigere un sito Internet e una tivù a circuito chiuso nell'ambito della Grande Distribuzione. Ho realizzato house organ aziendali e mi sono occupata di Ufficio Stampa e Pubbliche Relazioni. Attualmente lavoro come free-lance e sono Digital Champion di Merate (Lc).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.