LEGGE BAVAGLIO, I BLOGGER (NON) RINGRAZIANO

Se lorsignori pensano che noi blogger gli saremo grati per averci sollevato dall’obbligo di rettifica, si sbagliano di grosso. La legge bavaglio è una tale vergogna che non resta il minimo spazio per la gratitudine. A parte il fatto che l’obbligo di rettifica entro le 48 ore e solo su richiesta di parte resta per i siti di informazione online,
bisogna tornare al codice Rocco del periodo fascista per trovare una simile umiliazione del diritto di cronaca. Ovvero le intercettazioni, che hanno fin qui permesso di scoprire reati gravissimi, potranno essere divulgate solo nel contenuto e solo dopo la cosiddetta udienza-filtro, nel corso della quale giudici e avvocati decideranno che cosa può essere reso noto e cosa invece no. Ma chi ci garantisce che l’udienza si terrà? E con quali tempi? E che senso ha rinviare la decisione quando una recente disposizione della Cassazione impone ai pm di consegnarne il testo a indagati e avvocati già al momento dell’arresto?
Un’umiliazione per i cittadini, che hanno diritto a essere informati, ma un’umiliazione anche per i giornalisti, che vengono in questo modo del tutto espropriati della loro capacità di valutare quali notizie dare e quali invece omettere in base all’etica e al buon gusto.
Una regolamentazione era necessaria, ma così è dare un taglio con l’accetta e basta!

Copiare gli scritti altrui non solo è vietato dalla legge, ma è indice di scarso senso etico. Se ti piace quello che ho scritto e lo vuoi riprodurre altrove, fallo pure, ma per favore cita la fonte.

Annamaria Vicini
Annamaria Vicini
Giornalista pubblicista ho collaborato con quotidiani nazionali (L'Unità, Corriere della Sera, Il Giorno) e, dopo essermi trasferita da Milano in Brianza, con testate a carattere locale. Fulminata sulla via del web, sono passata nel 2001 a dirigere un sito Internet e una tivù a circuito chiuso nell'ambito della Grande Distribuzione. Ho realizzato house organ aziendali e mi sono occupata di Ufficio Stampa e Pubbliche Relazioni. Attualmente lavoro come free-lance e sono Digital Champion di Merate (Lc).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *