Otto del mattino, ma forse anche prima. Accendo la radio, è la prima cosa che faccio appena alzata dal letto, la fame di notizie non è mai sazia. Sto facendo colazione, anche lo stomaco reclama la sua parte. Sintonizzata su “Radio 24” mi aspetto di conoscere gli ultimi fatti: scuola, lavoro, sanità, trasporti… insomma, i problemi che affliggono noi comuni mortali. E invece il giornalista inizia a dare lettura del verbale dell’Orco di Avetrana, particolari agghiaccianti e scabrosi, peraltro già noti perché ce li aveva ammanniti il Tg de La7 ieri sera.
Non so se mi spiego: Radio 24 è la radio di Confindustria ma, al di là di questo, è una radio che apprezzo perché i suoi giornalisti sono sempre professionali e l’informazione è precisa e puntuale; La7 è uno dei pochi canali televisivi che ancora si possono guardare e il Tg di Mentana è davvero ben fatto.
Ma perché dare in modo ossessivo informazioni su particolari morbosi di una vicenda che è innanzitutto privata? Non sto dicendo che non si debba informare su questi fatti, che rivestono comunque anche un interesse collettivo in particolar modo quando la vittima è minorenne, ma c’è modo e modo di farlo! Se si vuole evitare che fatti così terribili si ripetano, non serve, anzi è addirittura controproducente insistere su particolari morbosi che servono solo a solleticare istinti primordiali.
Ho spento la radio e ho acceso il pc. In rete almeno le informazioni me le scelgo io, posso farmi io la mia playlist di notizie, senza sentirmi “violentata” da un’informazione che sta perdendo completamente di vista il suo ruolo pubblico. Non si pretende che l’informazione educhi, non è il suo compito. Ma che informi bene, almeno questo, sì!

In base alla legge 633 del 22 Aprile 1941 è vietata ogni riproduzione parziale o totale del testo. Eventuali citazioni dovranno riportare la fonte da cui sono tratte.
11 Ottobre 2010

L’ ORCO DI AVETRANA E L’INFORMAZIONE MALATA

Otto del mattino, ma forse anche prima. Accendo la radio, è la prima cosa che faccio appena alzata dal letto, la fame di notizie non è mai […]
16 Settembre 2010

RENZI: “CANDIDIAMO UNA DONNA A PREMIER”. MA LA POLITICA TACE

E’ davvero assordante il silenzio con cui il mondo dell’informazione (e della politica) ha accolto la dichiarazione resa ieri a Repubblica Tv dal sindaco di Firenze, […]
27 Giugno 2009

ABRUZZO, L’INFORMAZIONE NEGATA

…..”Sono riusciti ad ottenere solo ieri che quelli della protezione civile non potessero piombargli nelle tende all’improvviso, anche nel cuore della notte, per CONTROLLARE. Gli anziani […]