Un direttivo in maggioranza composto da donne: Sonia Montegiove (presidente), Marina Latini (vicepresidente), Emma Pietrafesa (segretaria), oltre a Italo Vignoli (presidente onorario) e Giordano Alborghetti (tesoriere). Le cariche sono state assegnate ieri nel corso del primo consiglio convocato a seguito delle elezioni svoltesi il 5,6,7 agosto.

Dell’organo direttivo, che resterà in carica fino a luglio 2018, fanno parte anche Enio Gemmo, Antonio Faccioli, Marco Alici, Giordano Alborghetti e Osvaldo Gervasi. Sono risultati invece non eletti Andrea Castellani, Gabriele Ponzo, David Berti, Rino Russo.

Nella seduta di ieri si è deciso all’unanimità di aprire le sedute, in qualità di uditori, ai consiglieri uscenti (Andrea Castellani, Gabriele Ponzo, Anfredo Parisi). Per i prossimi consigli si prevede anche di aprire una parte della seduta a tutti i soci.

LibreItalia: 2 anni di attività per la community

Il 5 agosto LibreItalia ha compiuto 2 anni. Un periodo vissuto intensamente dalla famiglia-comunità, come ama definirla la presidente Sonia Montegiove, nata con l’obiettivo di diffondere LibreOffice (la suite libera per ufficio) e la cultura digitale in tutti gli ambiti – dalla scuola alla Pubblica Amministrazione, alle aziende – con una particolare attenzione per i formati standard e aperti dei documenti.

Molti sono stati gli incontri realizzati dai volontari della onlus nelle scuole e nelle amministrazioni pubbliche per spiegare l’importanza di adottare il software libero all’interno delle istituzioni.

Tra le seconde, di particolare rilevanza il progetto di migrazione al software libero del Ministero della Difesa, che in 5 anni coinvolgerà oltre 120.000 desktop.

L’occasione giusta per fare qualcosa di grande“, ha definito il progetto la presidente, “l’occasione per dimostrare che anche la società civile può avere un ruolo importante e dare vita in Italia a un progetto che anche altri Paesi guarderanno con interesse“.

Software Libero, l’ importanza di fare squadra

Non c’è niente come il software libero che esalti l’importanza di fare squadra.

In ogni istante di questi 2 anni abbiamo fatto squadra“, afferma Sonia Montegiove. “Ci siamo uniti quando c’è stato bisogno, ci siamo divisi per essere presenti in ogni evento, in tante scuole e in altrettante Pubbliche Amministrazioni. Abbiamo provato a fare quello che pensavamo potesse servire a LibreItalia per crescere bene: se ci siamo riusciti finora lo dobbiamo all’impegno di tanti“.

E per farsi coraggio reciprocamente i volontari hanno inventato anche un motto in puro slang perugino (il progetto di migrazione della Regione Umbria è punto di riferimento a livello internazionale): #daje e #dajeforte, o anche #nsedorme.

Quindi, volendo complimentarsi con il nuovo consiglio direttivo niente banali “auguri” o “congratulazioni”, ma casomai un bel #dajeforte. Come se ce ne fosse bisogno…

11 agosto 2016
Software Libero

Software Libero: eletto il nuovo direttivo di LibreItalia, oltre la metà sono donne

Un direttivo in maggioranza composto da donne: Sonia Montegiove (presidente), Marina Latini (vicepresidente), Emma Pietrafesa (segretaria), oltre a Italo Vignoli (presidente onorario) e Giordano Alborghetti (tesoriere). […]
17 novembre 2015
LibreItalia

LibreItalia, seconda conferenza italiana il 28 a Terni

Incontro nazionale della community del software libero. Si terrà sabato 28 novembre a Terni la seconda conferenza nazionale di LibreItalia, l’associazione nata per promuovere la diffusione di […]
16 giugno 2015
LibreItalia

LibreItalia aderisce all’Open Source Initiative

LibreItalia e OSI promuovono la diffusione del software libero. L’Italia e la California da oggi sono più vicine grazie all’ingresso dell’associazione italiana per il software libero nella […]
20 novembre 2014

LibreItalia, primo incontro a Bologna

L’associazione nata per promuovere il software libero. Si terrà a Bologna sabato 29 novembre la prima Conferenza dell’associazione LibreItalia, nata circa due mesi fa con l’obiettivo di promuovere […]
3 ottobre 2014

LibreOffice, eccellente risultato nei test

Trovata la soluzione a oltre seimila problemi. LibreOffice supera i test Coverity Scan con un risultato eccellente, pari a 0,08 difetti ogni 1.000 linee di codice, superando […]
30 agosto 2014

LibreOffice, risparmi per 600 milioni nella PA

Una nuova associazione promuove il software open source. Una casa per tutti gli utenti italiani di LibreOffice: questo è LibreItalia, neonata associazione che ha preso vita grazie ai […]