L’iniziativa lanciata dal Comune di Silea (TV)

“Abbiamo tutte le tecnologie più sofisticate a nostra disposizione e non sappiamo usarle per stare meglio”: questo scrivevo in un post del 13 settembre 2008.

A distanza di sei anni mi rende quindi felice parlare di un’iniziativa che va esattamente in direzione opposta e che utilizza la tecnologia per migliorare la nostra qualità di vita: si chiama “Car pooling scolastico” ed è stata presentata dal Comune di Silea (10.000 abitanti, provincia di Treviso) in risposta alla call di Forum Pa “Prendiamo impegni, troviamo soluzioni”.

Un’idea semplice, ma dagli effetti estremamente positivi per il benessere quotidiano di quella comunità. Si tratta in pratica di una piattaforma web dove le famiglie con figli in età scolastica possono segnalare i propri bisogni di accompagnamento da casa a scuola e viceversa, ma anche le disponibilità a fare da accompagnatori con la propria auto.

Non solo auto, ma anche spostamenti a piedi

Ogni vettura avrà quindi tre o quattro passeggeri, con un genitore che fa da autista.

In realtà la piattaforma raccoglie tutti i bisogni di mobilità scolastica “alternativa”, quindi anche le preferenze per gli spostamenti a piedi (il famoso Pedibus, già in uso in diversi Comuni).

Decisamente innovativa però è la proposta del Car pooling che, secondo quanto riferito dall’assessore ai Servizi sociali Antonella Cenedese, sta riscontrando un buon interesse da parte delle famiglie (qui il video con il resoconto dell’assessore http://smartinnovation.forumpa.it/relazione/car-pooling-scolastico-0

Meno traffico e costi ridotti per le famiglie

Numerosi i vantaggi del carpooling: dalla riduzione del traffico e dell’inquinamento, alla diminuzione dei costi per il trasporto da parte dell’Amministrazione comunale.

Per le famiglie che offrono la propria disponibilità a fare da accompagnatori il trasporto è gratuito, mentre per le altre il costo risulta comunque ridotto rispetto a quello normalmente in vigore.

Altri vantaggi da non trascurare sono la maggior sicurezza per gli studenti e un incentivo alla socializzazione e alla collaborazione sia per loro che per le famiglie.


Copiare gli scritti altrui non solo è vietato dalla legge, ma è indice di scarso senso etico. Se ti piace quello che ho scritto e lo vuoi riprodurre altrove, fallo pure, ma per favore cita la fonte.

17 giugno 2014

Carpooling scolastico: in quattro su un’auto e guida papà

L’iniziativa lanciata dal Comune di Silea (TV) “Abbiamo tutte le tecnologie più sofisticate a nostra disposizione e non sappiamo usarle per stare meglio”: questo scrivevo in […]
25 ottobre 2013

Mycicero, l’app per trovare parcheggio

Funziona sia su smartphone che su cellulari tradizionali. A chi non piacerebbe avere un assistente che si occupi al posto suo di trovare un parcheggio, pagare […]
17 ottobre 2013

Smart city, l’altra Italia si incontra a Bologna

Una città intelligente e slow, ma anche inclusiva. Che cos’è una città “smart”? Fino a qualche giorno fa a questa domanda avrei risposto: una città intelligente, […]
22 aprile 2011

NISSAN ELETTRICA “AUTO DELL’ANNO”. MA IN BRASILE LA GREEN MOBILITY E’ GIA’ REALTA’

Al salone di Detroit è stata nominata “auto dell’anno” la Nissan Leaf, vettura elettrica al 100 per cento.E’ arrivata l’ora di voltare pagina? Se lo stanno […]
18 aprile 2011

MOBILITA’ “VERDE”: ENI E LEGAMBIENTE SCRIVONO IL LIBRO DEI SOGNI

La tecnologia può contribuire a farci vivere meglio? Una risposta (positiva) viene dal convegno “Via libera alla mobilità” che si terrà domani a Firenze e che […]