Open source fa vincere bando UE per il cloud a società italiana

Open Source (Enter)

Open source fa vincere Enter con un consorzio europeo

L’azienda milanese Enter ha vinto il bando “DIGIT Cloud I” e insieme al consorzio CTA (Cloud Team Alliance) diventa fornitore ufficiale di servizi cloud per 52 agenzie dell’Unione Europea tra cui il Parlamento Europeo, la Commissione Europea, l’European Council e la Corte di Giustizia.

Enter è l’unica italiana facente parte del consorzio composto anche dalla francese Numergy, dalla spagnola Gigas e dalla portoghese Portugal Telecom. Le imprese, che forniranno servizi evoluti di infrastrutture distribuite multi-region tra cui server virtuali, storage e servizi di rete avanzati, si sono aggiudicate 14 milioni di euro in un arco temporale di 4 anni.

Ma come è stato possibile battere grandi corporation globali come BT, IBM, Accenture e Atos?

La chiave del successo sta nel software open source, privilegiato nel bando per i requisiti di sicurezza, portabilità e trasparenza.

Noi non abbiamo battuto IBM, ci siamo accreditati per competere con loro nel primo e più importante bando pubblico che l’Unione Europea ha indetto per i provider cloud – spiega il CEO di Enter, Ivan Botta – Lo abbiamo fatto esponendo i nostri servizi basati interamente su software open source e prodotti all’interno di comunità di produzione internazionali. Il software che utilizziamo, OpenStack, è pubblico e a disposizione di tutti: il modo di produrlo e utilizzarlo ci ha reso possibile, e rende possibile a tutti, competere con IBM che usa un software proprietario protetto da un brevetto“.

Open source: dal 2015 Enter produce e assembla anche open hardware

Non solo servizi di rete e cloud computing open, ma anche i server sono prodotti e assemblati dall’azienda milanese in autonomia. Enter ha infatti aderito al progetto Open Compute di Facebook e ha presentato la sua visione sull’Open Hardware a Parigi durante il Summit del 2014 accanto ad aziende come Microsoft, Intel e Rackspace.

Il progetto, chiamato Rugged POD, prevede la costruzione di un datacenter green che non necessiti di sistemi di condizionamento e che riduca drasticamente emissioni e dispersione energetica.

Nel Dna di Enter anche il crowdfunding e spazi per coworking e makers

La storia dell’azienda milanese, fondata nel 1996 e di cui Mariano Cunietti è CTO e Daniele Magni presidente, è un percorso che inizia come Internet Service Provider e prosegue come Cloud Provider nel 2012, quando la società acquista un anello di connettività a 10Gb che unisce i principali POP internazionali (Milano, Amsterdam, Francoforte, Londra, Parigi, Madrid, Stoccolma, New York e Hong Kong) e dà vita a Enter Cloud Suite, prima piattaforma cloud europea multiregion basata su OpenStack.

OpenStack, la più grande community di open cloud al mondo, “converte” definitivamente la società milanese alla filosofia del software libero che verrà applicata non più solo al software ma anche ad altri ambiti: oltre al già citato open hardware, si pensa di travasarla anche sugli spazi fisici, sulla produzione di oggetti in 3d e sulla ricerca di finanziamenti in crowdfunding.

E’ così che nascono il Coworking Login (2013), il Maker Space WeMake, il Tech Shop Cuneo e il Login Tech Shop dove vendere gli oggetti prodotti dai makers, per finire con l’investimento nella piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso (2014).

Un percorso, dicono quelli di Enter, con cui generare e rendere disponibili le infrastrutture che permettono agli innovatori di creare quello che non c’è.

Annamaria Vicini
Annamaria Vicini
Giornalista pubblicista ho collaborato con quotidiani nazionali (L'Unità, Corriere della Sera, Il Giorno) e, dopo essermi trasferita da Milano in Brianza, con testate a carattere locale. Fulminata sulla via del web, sono passata nel 2001 a dirigere un sito Internet e una tivù a circuito chiuso nell'ambito della Grande Distribuzione. Ho realizzato house organ aziendali e mi sono occupata di Ufficio Stampa e Pubbliche Relazioni. Attualmente lavoro come free-lance e sono Digital Champion di Merate (Lc).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.